CREAZIONI - donna

Un vestito semplice con maniche importanti (ovvero: di come disegnare il cartamodello delle maniche a sbuffo)

Quest’estate, che estate.

Non soffro il caldo ma -tra colleghi in ferie, colleghi in malattia, eventini extra- la stagione mi sta trovando un po’ ad arrancare.

Dovevo terminare il MOOC dell’Università di Urbino due mesi fa e lo sto finendo ora; avrei dovuto dare una mano a Diluvio ma ci ho fatto un salto solo sabato e solo di sfuggita… in generale, mi trovo in quel loop del “ci sono robe da  fare, sono stanca, procrastino, le cose vano fatte, and so on”.

 

Tra le cose che rimandavo, c’era sicuramente postare un vestito che ho cucito a Maggio e messo credo una sola volta, anche se è molto carino. Ma qui, è facile rimediare e, già che ci sono, magari provo a spiegare come si disegnano delle maniche importanti.

 

La costruzione.

La primavera dello scorso anno, per qualche motivo, mi sono di nuovo ricordata di essere piatta come una tavola, ovvero di poter indossare senza patemi i vestiti a portafoglio.

Ne ho realizzati un paio di propriamente detti (two is megl che one), che ho sfruttato moltissimo anche per andare in biblioteca. Poi, come in ogni mia “overdose da un-particolare-design”, ho bandito il modello dal tavolo del cucito.

Qualche tempo fa ho trovato questa bella stampa in un negozio di tessuti vicino a casa di M ma ovviamente non sapevo bene cosa farci. Alla fine, vestitino vince sempre e via, a testa bassa sulla PFAFF.

 

Poi, io ho una passioncella per le costruzioni importanti: i colli vittoriani, le pieghe giapponesi… Ergo, questo mini-abito si ritrova ad avere delle maniche a palloncino molto piene, just for fun. Se cerco nel sito, in questi anni ho provato varie volte a spiegare come si disegnano le maniche a sbuffo. Addirittura, anni fa ho messo in free download il cartamodello di un abitino con maniche modellate e gonna a pieghe.

 

Sì, lo so: sono pigra, le cose sono buttate lì un tanto al chilo, i disegni machecazz… Se volete una formazione più formativa, sapete che vi dico? Che l’ottima Marika di Produzionimproprie ha scritto un libro.

Io (in quanto parte del gotha del cucito italiano, nonchè VIP di quinto livello) ho potuto leggerlo in anteprima e posso assicurarvi che merita i -pochi- soldini che costa: le spiegazioni sono chiare e, alla fine, saprete DAVVERO fare qualcosa con la macchina da cucire che avete a casa da sempre e che, sa sempre, vi ha fatto paura.

 

Il pezzo del giorno + Il libro del giorno = il gioco del giorno.

Visto che di un libro ho già -in qualche modo- parlato, vi parlo di un gioco.

Che poi non è proprio un gioco, eh: io sono sempre stata pessima anche con il Game Boy, figuriamoci con il gaming serio.

 

C’è un duo di deisgner milanesi, i Muesli, che si occupa di narrazioni alternative.

Dalle escape room dedicate a Ganni Rodari ai board game sul golpe Borghese, dei Muesli mi piace lo stile e l’inventiva. Il loro Madeleines -finanziato da Rete delle Reti e supportato anche dalla Rete Bibliotecaria per cui lavoro- è stato decisamente challenging: un viaggio nei libri davveroo divertente.

 

Sabato mi sono presa una giornata di relax totale e, con M, abbiamo “giocato” a Venti Mesi, “Una collezione di storie interattive sulla Resistenza e la Liberazione dal nazifascismo”.

Strutturato come una storia a bivi, Venti Mesi mette il giocatore nei panni di diversi personaggi che si sono trovati a vivere a Sesto San Giovanni tra il 1943 e il 1945. Storie ispirate a fatti veri ma, soprattutto, storie non banalizzate: non esiste una dicotomia netta tra buoni e cattivi ma ci sono da prendere decisioni che hanno conseguenze che, spesso, mettono in discussione una logica “binaria” (scelta etica/ scelta non etica).

 

Insomma, sensa spoilerare troppo: il gioco è molto bello e, in particolare in questo periodo storico, credo meriti davvero di essere giocato.

 

Muesli bravoni sempre.

lascia un messaggio

Altre creazioni

06 Dicembre 17

Cucio cose, vinco concorsi...

Mi premio con una Blusa Jolanda!
24 Giugno 14

Per il battesimo di Lorenzo

regalini cuciti a macchina
11 Novembre 14

Portafoglio in stoffa con volpine

(diy female fabric wallet)