CREAZIONI - donna

La sarta cuce… il Crop Top in pizzo. (Con qualche IMPERDIBILE ed ESALTANTE consiglio su come rivoltare i tubolari di stoffa!!!)

 

Io sono sempre bianca.

 

Però, non quel bel bianco latte luminosissimo e fichissimo à la Zooey Dechanel: io c’ho quel bianchiccio verdognolino che se c’hai un brufolo si vede a 10 km e le occhiaie sono le tue peggiori nemiche.

 

Perciò, quella settimanina all’anno in cui sono abbronzata è FESTA.

Essendo appena tornata dal mare, the fatidica settimanina is now!

(Esulto a denti stretti non pensando che, da adesso all’infinito, solo scrivania e brevi fughe del weeknd. Damn!)

 

top bianco in pizzo (2)

top bianco in pizzo (3)

Quando 348 giorni all’anno fai pandant con le tende della nonna, sfruttare i fuggevoli attimi in cui hai la pelle vagamente ambrata è un dovere morale.

Nell’ How To del mettere a frutto l’abbronzatura, il crop top di pizzo è sicuramente sul podio!

Ne avevo già fatto uno per la Nene e volevo bissare l’idea: un capo dritto, semplicissimo, in pizzo doppiato in cotonino bianco.

top bianco in pizzo (4) top bianco in pizzo (5) top bianco in pizzo (6)

La mia versione è un pochino più pudica di quella della Nene: a 32 anni, il pancino scoperto mi sembrava decisamente troppo ;D

La trasparenza del pizzo, tra un fiore e l’altro, rende questo modello discreto ed elegante.

top bianco in pizzo (7) top bianco in pizzo (8) top bianco in pizzo (9)

Non essendoci cerniere o altre aperture, ho scelto di fare il retro un po’ più largo del necessario e di inserire un elastichino per arricciarlo.

Avrei voluto fare uno shirring con l’elastico ma… ho in mente un altro vestitino su cui applicare quella tecnica (ovvero: mi rompo a fare due volte la stessa roba…)!

A parte questo, il modello, come accennavo, è elementare. Nessuna pinces o chiusura, leggerissima svasatura in vita, scollatura a cuore: anche le sarte alle prime armi possono tranquillamente realizzarlo!

Per assemblarlo ho cucito la fodera sul pizzo dritto contro dritto lasciando una piccola apertura per attaccare le spalline; ho cucito i lati in continuo (in questo modo, le cuciture restano “rinchiuse” tra la fodera e i pizzo e l’interno del top resta più elegante e pulito); ho rivoltato il tutto.

Poi, ho attaccato le spalline inserendole negli appositi spazietti lasciati aperti. Ho rifinito lo scollo con un punto dritto (NB: prima di farlo, ho inserito l’eleastico sul retro MA solo perchè avevo tagliato il capo molto morbido! Se si usassero una fodera e un pizzo un po’ elastici, non sarebbe necessario); ho fatto un piccolo zig-zag basso per creare l’effetto scalloped e ho tagliato la fodera di cotonina in eccesso

 

top bianco in pizzo (10) top bianco in pizzo (12) top bianco in pizzo (13)

Penso sfoggerò questo top con le culottes a fiori ad un matrimonio il prossimo 2 settembre… Vedremo se sarò ancora abbronzata e se l’abbinamento sarà azzeccato!

(Giuro che, per il matrimonio lo stiro!)

top bianco in pizzo (14)

Last but not least: le spalline sottili sono sempre state il mio incubo ma ho trovato su Ebay un aggeggio orgogliosamente MADEINCHINA che serve a rivoltarle -> http://www.ebay.it/sch/sis.html?_nkw=Metal+Loop+Turner+Hook+With+Latch+For+Turning+Fabric+Tubes+Straps+Belts+Strips+&_id=121902272388&&_trksid=p2057872.m2749.l2658

Una genialata che risolve un sacco di problemi, alla modica cifra di 1.52 € spese di spedizione incluse (ma come fanno? Vabbè che è un pezzettino di metallo ma… bho!).

Funziona in modo semplicissimo e, nonostante il mio iniziale scetticismo, mi ha fatto far la pace con i tubolari in stoffa. Se anche voi siete impediti come me & non capite come funziona (Amici, abbracciamoci e piangiamo tutti insieme in un angolo!), ecco le video istruzioni:

Per quelli che “schifo di niente, paura di nessuno”, nell’era Pre Loop Turner, io rivoltavo le spalline con il metodo della safety pin:

lascia un messaggio

Altre creazioni

17 Ottobre 19

U're gonna hear me Roar

(nel mio vestito da ghepardo)
17 Febbraio 16

36 ore a...

PALERMO!
02 Agosto 22

Un vestito semplice con maniche importanti

(ovvero: di come disegnare il cartamodello delle maniche a sbuffo)